Protesi d’anca mininvasiva: una tecnica innovativa

/, Blog/Protesi d’anca mininvasiva: una tecnica innovativa

Protesi d’anca mininvasiva: una tecnica innovativa

L’intervento di protesi d’anca permette per un recupero rapido e completo.

La chirurgia protesica totale dell’anca mediante l’accesso anteriore modificato è una tecnica mininvasiva di grande interesse. Essa offre vantaggi rispetto agli approcci tradizionali che causano invece un’alterazione della muscolatura e dei tessuti che circondano l’articolazione.

La tecnica.

L’intervento di protesi d’anca consiste in una piccola incisione, nessun distacco o incisione di muscoli o tendini. Permette inoltre di annullare la differenza di lunghezza tra gli arti e un miglior posizionamento delle componenti. Il tutto si traduce in una diminuzione della degenza dei pazienti, con un recupero post-operatorio più rapido e meno doloroso.

I vantaggi della protesi d’anca.

L’intervento della via anteriore nell’artroprotesi d’anca ha una serie di vantaggi:

  • La protesi è posizionata senza che i muscoli o i tendini vengano sezionati; nessuna altra tecnica chirurgica ha questo enorme vantaggio.
  • La cicatrice chirurgica cutanea è ridotta, con conseguente diminuzione della reazione cicatriziale dei tessuti.
  • Ridotta zoppia e limitazione funzionale nell’immediato post-operatorio.
  • Riduzione del dolore post-operatorio, poiché non c’è sezionamento dei muscoli.
  • Minor perdita di sangue: il rispetto delle strutture muscolari e dei vasi sanguigni permette di ridurre la perdita ematica durante l’intervento e nell’immediato post-operatorio.

 

Non solo gli aspetti estetici e funzionali del metodo, ma anche gli aspetti psicologici sono predominanti, perché il benessere dei pazienti è rapidamente ripristinato. Una mobilizzazione precoce e non dolorosa permette una gestione più semplice del paziente anche dopo il suo rientro presso la propria abitazione, apportando così anche notevoli benefici sociali.

Obiettivo di un intervento di protesi d’anca è eliminare il dolore spesso causato da una patologia degenerativa quale l’artrosi, ripristinare una buona articolarità e permettere al paziente di svolgere le proprie attività quotidiane nella progressiva ripresa di autonomia e funzionalità.

 

La via d’accesso anteriore, in associazione a impianti protesici e a strumentari dedicati, consente di effettuare l’intervento di sostituzione protesica dell’anca con un approccio a ridotta invasività, per un recupero rapido, completo e duraturo.

By |2019-01-18T10:56:57+00:00gennaio 18th, 2019|Anca, Blog|0 Comments

Leave A Comment