Artrite al ginocchio: diagnosi e terapie

/, Ginocchio/Artrite al ginocchio: diagnosi e terapie

Artrite al ginocchio: diagnosi e terapie

L’artrite al ginocchio è un’infiammazione dolorosa che porta anche a forti difficoltà nei movimenti giornalieri.

 

Cos’è e come si manifesta

In generale, l’artrite è una malattia infiammatoria che colpisce le articolazioni. Spesso si riconosce da dolori e gonfiore articolare e, talvolta, arrossamento e rigidità. L’artrite al ginocchio può essere evidenziata in alcuni soggetti con sintomi quali:

  • debolezza o cedimento;
  • dolore che si manifesta anche a riposo;
  • rumori dell’articolazione durante il movimento;
  • sensazione di blocco del ginocchio durante semplici movimenti.

 

La diagnosi dell’artrite al ginocchio

Il medico effettuerà degli esami per conoscere l’entità della situazione e prescrivere i giusti esami e terapie. In particolare, attraverso un esame fisico, il medico individuerà altri sintomi non evidenti al paziente.

Ulteriori test (come esami del sangue, radiografie, risonanza magnetica, ecc) servono per approfondire la diagnosi.

 

Curare l’artrite al ginocchio senza chirurgia

Il primo trattamento per migliorare e cercare di eliminare l’artrite al ginocchio è di tipo non chirurgico:

  • eventuali farmaci antidolorifici, cortisonici, antireumatici;
  • agopuntura e campi magnetici;
  • programmi fisioterapici mirati
  • miglioramento dello stile di vita al fine di non gravare sull’articolazione in oggetto.

 

Il trattamento chirurgico

Se quanto sopra non basta, è necessario intervenire chirurgicamente. In particolare, le tecniche chirurgiche utilizzate sono:

– L’artroscopianei casi in cui l’infiammazione al ginocchio sia causata dalla lesione di una struttura articolare ed in particolare:

  • innesto di cartilagine, nei pazienti più giovani con piccole aree di cartilagine danneggiata;
  • meniscectomia selettiva, che prevede la rimozione della sola quota del menisco danneggiato;
  • sinoviectomia, in caso di malattia reumatica, per esempio l’artrite reumatoide, in cui viene rimossa la membrana articolare infiammata per ridurre il dolore.

– Nei casi più gravi:

  • sostituzione totale o parziale del ginocchio (artroplastica), in cui la cartilagine e parte dell’osso danneggiato saranno rimossi per sostituirli con protesi.

 

La fase post-operatoria

Il recupero dopo l’intervento per l’artrite al ginocchio dipende, com’è chiaro, dal tipo di intervento e di entità della malattia. 

Riabilitazione con l’assistenza del fisioterapista ed esercizio fisico costante aiutano in tempi anche relativamente brevi alla normale ripresa delle attività lavorative e giornaliere.

 

By |2018-10-26T13:13:04+00:00ottobre 26th, 2018|Blog, Ginocchio|0 Comments

Leave A Comment